E sei di nuovo solo - Renzo Zenobi

    E sei di nuovo solo
    nella tua stanza senza pioggia
    nel tuo oceano di persone
    che ti regalano un ricordo
    solo con il libro aperto
    disattento alle parole
    adagiate sopra i fogli
    solo con te stesso.

    Hai sprecato una canzone
    le insegnavi i segreti degli accordi
    lei teneva la chitarra
    che sembrava di un gigante
    eravamo una repubblica
    il t aspettava da una parte
    ora non senti le sue braccia
    e non vedi che l'Estate se ne va.

    Roma sembra abbandonata
    da qui la guardiamo bene
    la tua casa oltre quei viali
    oltre le sere e quelle pioggie
    dove sei se passa il vento
    che ti soffia sotto il cielo
    e chi mi accende il nuovo giorno
    il giorno breve di Dicembre.

    E sei di nuovo solo
    nella tua stanza senza amore
    in fondo stai bene, hai tante cose
    poi lei fumava era distratta
    il fuoco, il fuoco si spento
    la legna volata via
    la tua sabbia fine di stagione
    da domani si cerca un altro fuoco.
    Disk

    Marco Giunco
    Work Basket Music Words